Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

04 gennaio 2007

La prescelta

E' bello sapere di vivere in un Paese in cui quando trovi uno straccio di lavoro minimamente interessante non è perché te lo meriti ma perché "Oggi è davvero il tuo giorno fortunato! La persona che era destinata a quel posto ha rinunciato all'ultimo momento e per sostituirla ci sei rimasta solamente tu!" - testuali parole dell'impiegata dell'ennesimo ufficio interinale che mi ha contattato durante le ultime due settimane -.
Però stavolta devo ammetterlo: l'offerta è abbastanza interessante. Divertente, quantomeno. Si tratterebbe di fare uno stage di 3 mesi alle Risorse Umane di una web agency: nessun contratto, solo un rimborso spese di 500 euro lordi al mese a fronte di un impegno di 24 ore alla settimana che, in ogni caso, mi permetterebbero poi di fare altro per arrotondare.
Lavorare alle Risorse Umane di un'agenzia web potrebbe essere un'esperienza davvero interessante per conoscere meglio 'l'altra faccia della medaglia' e avere a che fare con contratti e assunzioni direttamente dal cuore del problema... Sono veramente curiosa di scoprire come giustifica un'azienda il fatto di non assumere mai nessuno, di cercare solo manovalanza da schiavizzare e di puntare al massimo rendimento col minimo sforzo. Sicuramente potrei uscirne ancora più consapevole sul problema Precariato di quanto non lo sono adesso.
Devo dare conferma entro domani alle 18 per iniziare lunedì alle 9: io quasi quasi ci sto, anche se con gli stage a rimborso spese siamo sempre da quel pero e da quel melo... Ma intanto cos'avrei da perdere?
Rossella

4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Certo il modo con cui sei stata scelta è un po'... come dire... di ripiego ma chissene frega in fondo è LAVORO.
3 mesi di stage pagato sono sempre meglio di 6 mesi non pagati con 5,20€ di buono pasto al giorno.
in bocca al lupo e rimboccati le maniche chissà che tu non possa essere assunta.
un abbraccio
valerio

14:03

 
Anonymous Anonimo said...

Scusate,
ma non é che in fondo vi piace farvi trattare male?
Non é che voglio fare il saputello o cosa... Però se siete laureati e se sapete le lingue come dite, perché accettate lavori a 500 euro al mese anziché emigrare? Vedo che non siete Milanesi doc...quindi per voi essere a Milano vuol dire comunque essere fuori città no??
Ed allora che vi costa salutare l'Italia?
Una laurea e un paio di lingue straniere in Francia, Germania ed INghilterra valgono almeno 2500 netti come primo stipendio.
Oppure é comodo piangersi addosso?

15:01

 
Anonymous Anonimo said...

cheppalle. se qualcuno avesse preso cosi' tanti stage come la Rossella del blog (che ricordiamo e' un personaggio di fantasia, non reale) sarebbe gia' scappata altrove. Magari nel ricco nordest, magari all'estero ma di sicuro non sarebbe rimasta li' dov'e'.
Sti post sul blog oramai son tutti uguali, peggio di un disco rotto..

20:42

 
Anonymous LA GENERAZIONE CHE SI E' ROTTA I C...... said...

cmq la situazione di precariato è così solo in Italia. io ho due amici che sono andati a vivere in Australia appena preso il diploma. la il lavoro fisso non esiste, ma un cameriere "part-time" prende 1280 dollari mensili, e tanto per dare un'idea con 300 si paga l'affitto mensile di una casa da 110 mq.
raga la le tasse sulle case non si pagano e se si diventa cittadini australiani in banca ti danno il 14% di interessi...quasi quasi mi trasferisco anch'io...

12:38

 

Posta un commento

<< Home