Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

24 luglio 2007

Finalmente?

E venne dunque il giorno in cui qualcuno si decise finalmente a ricordarsi che esistono anche i Giovani e i Precari, in Italia.
Ieri il Governo ha presentato il suo "Protocollo su Previdenza, Lavoro e Competitività" che si prefigge di affrontare alcuni dei nodi più sostanziali del Lavoro Atipico (e non solo). In che modo?
Vediamo...
  • Contratti a termine > il limite massimo di rinnovi dei contratti a termine presso la stessa azienda sarà di 36 mesi (anche non continuativi), oltre i quali o l'azienda giustifica presso la Direzione Provinciale del Lavoro e i Sindacati ogni eventuale ulteriore temporaneità, oppure il contratto diventa automaticamente a tempo indeterminato;
  • Accesso al credito > verrà stanziato un fondo di 150 milioni di euro spalmato sul triennio 2008/2010 che consentirà ai giovani con "carriere discontinue" di avere accessi al credito a tasso zero per compensare le cadute di reddito;
  • Ammortizzatori sociali > è previsto lo stanziamento di 700 milioni di euro per aumentare la durata e la platea dell'indennità di disoccupazione;
  • Condizione femminile > saranno potenziati il lavoro part-time e i servizi per l'infanzia per venire incontro al diritto di lavoro delle giovani donne, in particolare di quelle con figli piccoli
Voi che ne dite?
A me sembra che ci siano le solite "buone intenzioni" degli ultimi 14 mesi ma che molto sia ancora più o meno campato in aria come sempre: ad esempio, se un'azienda rinnova un contratto temporaneo per 30 mesi (esempio: 5 rinnovi da 6 mesi) e poi lascia a casa il lavoratore, questo deve ricominciare da zero il conteggio nell'azienda successiva - ammesso che la trovi, ovviamente - con il rischio che gli succeda la stessa identica cosa? Cioè, no: andrebbe istituito anche un Credito Formativo per cui un Precario non possa passare la sua vita a vedersi rinnovati contratti a termine per 30 mesi e poi ciao...
Inoltre, cosa significa esattamente "incentivare e potenziare il lavoro pert-time e i servizi per l'infanzia"? Di per sé è un concetto interessante, ma nei fatti?
Comunque, tutte le specifiche e gli approfondimenti del caso sono trattati sul sito del Ministero del Lavoro...

Insomma: toccherà aspettare ancora per capirne di più. Per il momento, dobbiamo accontentarci di questo?

Rossella

6 Comments:

Blogger mondomigliore said...

Accontentarci?
Ma sono 10 anni che ci accontentiamo. E' dal 1997 che la nostra generazione e quello dopo di noi sta mangiando pietre.
Credo che sia arrivato il momento di dire BASTA...e di far sentire la nostra voce...
possibile che siamo tutti ammutoliti?
mondo migliore

11:44

 
Anonymous gregorio said...

si, facciamo casino. o adesso o mai più.

19:39

 
Anonymous Anonimo said...

Far casino in un paese alla frutta?
Ormai non c'è più trippa per gatti!
Ogni giorno noi grandi laureati siamo presi per il culo dai nostri padroni, che ci minacciano di lasciarci a casa se solo proviamo a...pensare con la nostra testa!

21:47

 
Anonymous Anonimo said...

Prima o poi qualcuno impazzisce e "Un giorno di ordinaria follia" (terribile, nonostante il solito ed inevitabile "lieto" fine e il suo esplicito moralismo di m****) diventa un film di Frank Capra.

17:26

 
Anonymous Anonimo said...

La pazzia è già presente nella vita di tutti giorni: basta vedere un telegiornale per sentire la sfilza di omicidi tra i familiari!
Ormai si arriva a casa dal lavoro con il sangue marcio nelle vene!

Penso che se negli ipermercati vendessero pistole.... ahiahiai

21:17

 
Anonymous Anonimo said...

Purtroppo i vostri messaggi descrivono realisticamente questa deprimente realtà...il problema è che di questo buio tunnel non si riesce a vederne l'uscita...

12:49

 

Posta un commento

<< Home