Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

10 luglio 2007

Pausa (pranzo) di riflessione

Sono un po' di giorni che passo tutta la mia pausa pranzo in ufficio da solo.
Per tanti motivi: perché c'è l'aria condizionata e la preferisco al girare per strada (in mezzo al traffico del centro) all'1; perché comprandomi il panino al bar sotto casa lo pago 1 euro e 50 meno che a comprarlo al bar qui davanti - e 1 euro e 50 al giorno significa 30 euro al mese, giusto giusto il prezzo dell'abbonamento ai mezzi pubblici -; perché, infine, posso concentrarmi a mandare in giro Curriculum e lettere di presentazione senza che nessuno mi disturbi.
Già: uso la pausa pranzo del lavoro per cercare altro lavoro. O un lavoro diverso.
Fino a qualche anno fa sarebbe sembrata un'assurdità, oggi è una consuetudine. Anche se la tua occupazione ti soddisfa, anche se pensi (speri) di aver trovato l'occasione buona per gettare le basi della tua crescita professionale, non puoi permetterti di rilassarti o di considerarti appagato: tempo 6 mesi, infatti, e dovrai rimettere tutto in discussione, e poi dopo altri 6 mesi e poi dopo 6 mesi ancora. E non puoi fidarti di nessuno: né del capo che "ti ringrazia" né del collega che "ti capisce".
Così eccomi, anche all'una e mezza di un giorno di luglio, a spammare di miei Curriculum la Rete, a riallacciare tutti i rapporti possibili e a valutare annunci e offerte sui giornali specializzati (quelli che ogni settimana in prima pagina strillano "15.000 nuovi posti di lavoro in Lombardia!" e poi scopri che 14.999 sono per operatori di Call Center). Noi Precari siamo così, perennemente alla ricerca. Soprattutto, del tempo che perdiamo a cercare.

Matteo

7 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Credo che ormai non abbia più senso inviare Curricula. Ci sono disperati che ormai ne hanno inviate migliaia senza ottenere uno straccio di contatto (e non parlo di colloquio, figuriamoci!) L'unica soluzione rimasta è andare all'estero e lasciare l'Italia che non ci può dare più nulla! (se non frustrazioni!)

21:41

 
Anonymous michele said...

Sono d'accordo con il commento dell'anonimo. Pero' c'e' da dire che i giovani Italiani sono un po' "stupidelli" in quanto non fanno sentire la loro voce nelle piazze e non protestano come invece è avvenuto in francia. Nessuno si rende conto ma tutti i cococo/cocopro/cocodè P.IVA stanno versando contributi all'INPS e riceveranno una pensione minima bassissima(assolutamente insufficiente a vivere). Dunque lo Stato (repubblica delle banane) ci chiede di fare una pensione integrativa.... facciamo 100 euri al mese. Ma come si fa a vivere con 1000 euri fra affitto, macchina, bollette.... Io personalmente sto progettando la fuga da questo paese pieno di burocrati vecchi con la panza piena di trippe e salame....

19:00

 
Anonymous Anonimo said...

Grande Michele! Forse noi giovani non riusciamo a combattere la nostra schiavitù che ci lega per 4 soldi a lavori assurdi e demotivanti, però penso che la Casta che ci schiavizza sia inscalfibile! Nonostante abbiamo un PIL a zero (= non produciamo alcuna ricchezza), la Casta (e non solo politica) continua ad aumentare le proprie sostanze! L' Italia è finita!

21:15

 
Blogger Maritornes said...

Cari amici. Un consiglio: se lasciate l'Italia non venire in Spagna. Siamo ancora peggio. Complimenti per il blog.
Una ex milleurista ed ex operatrice di call-center.

01:43

 
Anonymous LadyBird80 said...

Serve essere raccomandati e basta!

Io sono stata raccomandata se no neanche questo posto dove sto ora lo trovavo....

Cmq anche io mi becco 1000 euro al mese.. Sono a tempo Indeterminato, ma capirai che si può fare con miseri mille euro al mese?
Ho pensato di farmi il mutuo... mi veniva la rata da 800 euro! E poi che faccio campo con 200 euro al mese?
Sono molto scontenta, ma che si può fare?
Ho pensato di fare un secondo lavoro, ma non so cosa e come.
Mah!
Un saluto a tutti :-)

15:34

 
Anonymous Anonimo said...

caro autore, un piccolo consiglio per diminuire il costo della pausa pranzo (cosi' sei piu' coerente con il magro bilancio dell milleurista). Compra un piccolo contenitore in plastica con coperchio - lo trovi in qualunque supermercato ben fornito - e mettici dentro il panino che avrai preparato a casa (in meno di 5 minuti). In questo modo risparmierai anche sul costo dell'imballaggio (pellicola, alluminio, etc...). Il contenitore e' multiuso, lavabile in lavastoviglie (se ce l'hai) e resistente al microonde. E se un giorno non hai voglia di panino...puoi sempre fare un'insalata!!!!!!!!!!!!!

20:24

 
Anonymous Anonimo said...

ciao
sono del popolo dei mille euro!
è da qualche anno che tiro a campare con i contratti di somministrazione, a roma, con una stanza in affitto (precaria seriale: soldi, casa e lavoro!!!). Ho scoperto, alla faccia della povertà, che fare la segretaria può avere degli alti rendimenti...dopo mille ricerche e tanta fatica sto firmando un contratto a tempo indeterminato, in uno studio legale internazionale a 1400euro netti al mese, 14 mensilità + 4 di bonus!!!!
Racconto questa storia perchè la vita va prorpio così...per avere più soldi devi rinunciare ai tuoi sogni...fare dei compromessi, investire solo sulla tua vita personale perchè quella lavorativa...si sa...è già un fallimento!
un abbraccio e in bocca al lupo a tutti!

17:17

 

Posta un commento

<< Home