Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

25 gennaio 2008

Sic transit gloria Prodi

Ammesso che fosse mai cominciata, è finita.
Probabilmente non rimpiangeremo mai questo Governo, soprattutto noi Precari per i quali ha fatto solo il minimo indispensabile e con un anno e mezzo di ritardo - poi quando criticavamo Damiano di essere un tantino troppo lungimirante, nel ragionare solo sulla lung(hissim)a distanza e non sull'immediato presente, eravamo noi quelli in malafede... -.

Ma riflettiamo anche su un altro fattore: quasi sicuramente, tra qualche mese, Prodi verrà ri-rimpiazzato da Silvio Berlusconi, anni SETTANTADUE, al suo terzo (eventuale) Governo, dopo che entrambi i primi due hanno comunque provocato lo sfascio politico, culturale e sociale che ben ricordiamo perché è ancora saldamente sotto i nostri occhi. Quindi non pensiamo che adesso la situazione possa solo migliorare. Può ancora peggiorare, invece, e verosimilmente lo farà.
Soprattutto, non pensiamo che una persona di SETTANTADUE anni sia ciò di cui l'Italia ha bisogno in questo momento per "rinnovarsi"...

Claudio, Rossella, Alessio e Matteo

12 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Quindi? Cosa proponete?
Tanto io sempre 1000 euro continuerò a prendere, sempre con i contratti a progetto resterò, rinnovati die 6 mesi in 6 mesi, magari restando a casa 3 mesi tra un rinnovo e l'altro.Mi è stato detto che se resto incinta durante il contratto a progetto mi mandano via senza possibilità di rinnovo e sono obbligata (dal mese di dicembre 2007) a prestare la mia "collaborazione" anche i sabati e le domeniche senza essere pagata oltre quello che prendo.Che qualcuno trovi una soluzione perchè ho 34 anni, con dieci anni alle spalle di co.co.pro e co.co.pro.Basta, non ne posso più.

14:20

 
Anonymous prime said...

@anonima
Firmarti non sarebbe male x fare conversazione, non avere paura delle tue idee, di qualunque colore esse siano.

@gen1000euro
Sempre a ricordare che essere precari è uno stato mentale negativo. La parola positiva e corretta dello stesso è Flessibili - i Precari si chiamano cosi solo perchè tali si sentono nella loro mente.
Voi 4 che vi definite "Precari", Claudio, Rossella, Alessio e Matteo, abbiate la forza di dare delle soluzioni all'Anonima che ha scritto prima, altrimenti sarete solo e sempre una voce in un coro stonato che ne ha già troppe.

:-)

Un abbraccio.

14:58

 
Anonymous Anonimo said...

Soluzione? Immagino che il datore di lavoro della nostra anonima non voglia scendere a trattative e a compromessi. Sarà abituato a trattare con co.co.pro. che in realtà sono schiavi legalizzati!
Posso solo dirle.... Vattene!
Lascia lo schiavista che si definisce Datore di lavoro!
Piccolo particolare: prova in Italia a trovare un lavoro più umano o soltanto un lavoro decente!
Auguri....

21:46

 
Anonymous Anonimo said...

Io tanto alla prossime elezioni consegno la scheda in bianco :P . Ma che vadano tutti a lavorare sti politici!

23:20

 
Blogger Ladypiterpan said...

Caro anonimo di cui sopra,

lasciando in bianco pensi che cambia qualcosa?
Questa è solo rabbia!!!
Non ho la bacchetta magica per trovare la soluzione, chissà forse dovremmo costituire noi cittadini una grande assemblea costituente per cambiare le regole del parlamento...
Anna

14:51

 
Anonymous prime said...

@ladypeterpan
totalmente solidali con te. Le schede bianche vanno solo male a chi le lascia.

16:06

 
Anonymous Anonimo said...

L'idea che mi son fatto e che qui in Italia a nessuno interessa della dignità umana altrui!
Tutti sono bravi a parole ma alla fine a tutti interessa solo cosa li torna in tasca!
Questo è un sistema autodistruttivo perchè :
1) chi non ha la possibilità di sopravvivere legalmente finirà per delinquere per istinto di autoconservazione o ancora prima per rabbia
2) il continuo rincaro di beni e servizi sommato agli esegui stipendi offerti in Italia produrranno la sfiducia nell'uso della monete. Ricordo che qualsiasi banconota non ha un valore intrinseco ma vale per ciò che chi la accetta pensa che abbia.
Quindi se il denaro in circolazione è valutato di poco valore non resta che ricorrere a mezzi alternativi quali il baratto e il credito sul baratto diretto di beni e servizi.
La fine praticamente di un sistema basato sulla circolazione di denaro un bell'incubo per banche, imprese strozzine e sistemi politici basati sul drenaggio fiscale.
Le sfighe per le singole persone forse tante ma in cambio avremmo la soddisfazione di non dare più il nostro sangue ad organizzazioni parassite.

12:08

 
Blogger Alligatore said...

A proposito di lasciare la scheda in bianco, ho sempre pensato sia come darsi una martellata sui coglioni (si può dire coglioni in questo blog?), inoltre, alle scorse elezioni, come ha dimostrato l’inchiesta di Deaglio, pare che qualcuno abbia trasformato le schede bianche in voti per il suo partito, trasformando la larga vittoria dell’Unione in una vittoria dimezzata. Risultato migliore per questo personaggio non poteva uscire, come ha dimostrato la recente cronaca politica. Detto questo, non saprei dirvi se un più largo consenso all’Unione avrebbe risolto i problemi della precarietà, di sicuro mettere una fetta di salame e scrivere sulla scheda “mangiatevi pure questa” può essere, sul momento, terapeutico per chi lo fa, ma alla lunga non cambia un bel niente (anzi, anche nell’immediato). Si mangeranno pure quella…
In conclusione: interessatevi alla politica, il qualunquismo è il padre di tutti i mali italici.

18:19

 
Anonymous Anonimo said...

Vi capisco! Ho riletto recentemente due libri molto "vicini" L'Italia spiegata a mio nonno di FedeMello e Cointro i Giovani di TitoBoeri e credo sia giunto il mometo di cambiare strategia. Basta con questi "vecchi" arroganti e presuntuaosi che pensano di poter ancora programmare il futuro di generazioni di cui non conoscono nulla e con le quali non sanno nè comunicare nè interagire. Il vero problema è da dove incominciare per avere una vera e concreta rappresentanza. Io sono un 52enne ben disponibile a dare una mano ai giovani, ma a quali? datemi segnali di "vita" e chissà..? Lillias

15:26

 
Anonymous Anonimo said...

Cari miei, i vecchi barbagianni attaccati alle cadreghe, lo sanno che anche loro crepano e presto (Dio li abbia in gloria!) e perciò hanno già posizionato i loro figli naturali ed illegittimi nei posti chiave, pronti a sostituirli quando esploderà loro il catetere! Non crediamo che la Morte fermi la casta! Magari....

21:41

 
Blogger Generazione 1.000 Euro said...

Non è facile, almeno adesso a caldo, capire quale sia razionalmente la scelta "giusta" (cioè, come al solito, la "meno peggio") per lanciare un messaggio di sdegno a questa Politica e soprattutto a QUESTI POLITICI, che sono esattamente gli stessi che nei prossimi mesi ricominceranno ad ammorbare tv e giornali con le loro promesse SEMPRE RIGOROSAMENTE IDENTICHE che rimarranno poi SEMPRE RIGOROSAMENTE TALI E INEVASE qualunque sia il colore del Vincitore.
E che, cosa ASSURDA E PARADOSSALE per un "paese civile" (ma c'è ancora qualcuno che ingenuamente considera tale l'Italia?), sono esattamente gli stessi CHE HANNO GIA' SBAGLIATO NON UNA MA PIU' E PIU' VOLTE e che ancora fanno sorrisi a 36 denti e hanno il coraggio di pontificare gli uni contro gli altri.

Ecco, è proprio questo il punto: se esistesse un rinnovamento della classe politica, un ricambio generazionale, ciascuno potrebbe votare come in coscienza sente più a vicino a sé il messaggio di questo o quello schieramento. Ma non possiamo tornare alle urne per decidere per l'ennesima volta in QUATTORDICI ANNI se è meglio tapparsi il naso per Berlusconi-slash-Fini-slash-Casini o per Prodi-slash-Veltroni-slash-Rutelli.
Io non credo più a nessuno di loro, mi spiace: qualunque cosa promettano, non ci credo più. Perché hanno avuto la possibilità di cambiare le cose e non hanno mosso un dito. Anzi: le hanno fatte peggiorare.

In questo momento l'unico istinto che ho è quello di andare a scrivere "Vaffanculo!" sulla scheda, non vedo alternative. La scheda bianca è facilmente modificabile e suona quasi come un'indecisione, e invece io sono deciso eccome: A CASA (cioè all'Ospizio) TUTTI QUANTI!!!

Claudio

15:34

 
Anonymous Anonimo said...

I politici sono gli stessi perchè sono figli della stessa madre: LA MAFIA! L'Italia ormai è un paese profondamente mafioso sia al Nord che al Sud. La Mafia tiene a galla l'Italia altrimenti saremo all'anarchia tipo Afghanistan! Tutto è governato dalla Mafia: chi non è mafioso in Italia è schiavo!
Ma vi rendete conto che se sei non-mafioso per trovare un lavoro, prima devi studiare fino alla laurea (e magari sganciare soldi x inutili Master gestiti da Mafiosi!) e magari pure pagare per un posto di lavoro! Siamo alla pura follia!

21:40

 

Posta un commento

<< Home