Il blog della prima Community dei "Milleuristi & (S)Contenti"

22 maggio 2008

Straordinari... ma non troppo

Se non altro bisogna ammettere che questo Governo - nel bene e/o nel male - non ha aspettato due anni per NON mettere in atto le sue prime riforme in materia di Lavoro e Welfare.
Così, ieri, è stata ufficializzata la già anticipata detassazione su premi di produttività e straordinari: per tutti i dipendenti di imprese private con redditi inferiori a 35mila euro lordi (fa fede la dichiarazione 2007), fino a fine anno varrà la cedolare secca del 10%.

Ora, è vero che a noi Precari queste manovre non riguardano nemmeno per sbaglio, ed è vero anche che non riguardano neppure i dipendenti del servizio pubblico - per i quali pare che si stia pianificando una più ampia riforma a partire dalla prossima Finanziaria -, ma pur tra mille limitazioni, ambiguità e inevitabili malcontenti si tratta comunque di un segnale. Segnale che, per esempio, il precedente Governo non aveva dato nemmeno in termini simbolici, se non per quel protocollo Welfare che, di fatto, non sembra avere avuto ripercussioni confortanti su nessuno degli aspetti che si prefiggeva di «rivoluzionare».

Anche se al momento non mi trovo nelle condizioni di beneficiarne, insomma, sono contenta per chi potrà farlo, ovvero per tutti quei lavoratori la cui (iper)produttività è stata fino ad oggi sottomessa a vincoli economici e burocratici che ne annullavano gli effetti di, tra debite virgolette, "gratificazione". E non sono d'accordo con chi interpreta questo provvedimento come una sorta di «incentivo allo schiavizzazione»: è un adeguamento della legge che finalmente premia chi - per dirla alla francese - «si fa un culo quadro».
Poi, trattandosi di un «esperimento» in larga parte ancora incompleto e frammentario, sarà opportuno anche tenere d'occhio le consuete conseguenze negative "aumma aumma" tipicamente Made in Italy che senz'altro si profileranno all'orizzonte a partire da subito...

Rossella

13 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Ma sì premiamo pure quelli che si fanno il culo e che gli altri si fottano pure, per usare un altro francesismo...
Continuiamo a farci del male e a sgomitare qui in basso: iperproduttivi contro fannulloni,figli precari contro padri garantiti. Sapete quante risate si fanno a Confindustria e al Parlamento i Robin Hood al contrario che rubano ai poveri per dare ai ricchi. Hanno trovato la formuletta efficace per il popolo bue: meno tasse per tutti e noi a bercela invece di incazzarci e difendere lo stato sociale costruito a fatica in decenni.
Sveglia, ragazzi!

14:16

 
Anonymous Anonimo said...

Oramai le garanzie per i lavoratori sono diventata cosa rara per pochi eletti!
Stipendio in misura per vivere in maniera decorosa!
Posto fisso fino alla pensione!
Pensione con cui campare decentemente!
Diritto al riposo ed alle ferie pagate!
Assistenza medica tipo l'oculista o il dentista per la famiglia!
Prestiti agevolati per comprare casa o per spese come i libri per la scuola dei pargoli!
La mia generazione ha visto queste cose applicate ai genitori ed è rimasta interdetta a vedersele negare (anche se i genitori son rimasti più interdetti di noi a scoprire che accettiamo contratti con i quali loro si sarebbero puliti il c..o).
A noi si continua a chiedere sacrifici in nome di chi sa quali ideali mentre chi parla lucra sul nostro sangue!
Io consiglierei a quegli imprenditori che azzerano l'esistenza degli inermi con contratti truffa a guardarsi bene di avere sempre le spalle coperte perché al primo accenno di difficoltà saranno gli stessi inermi a dargli un calcio al fondoschiena per farli ruzzolare!

15:14

 
Anonymous Bloglavoro said...

Il limite è 30.000 e comunque visto che sono detassabili per una quota minima (10%) e solo fino a 3000 euro lordi totali di straordinari annui, non solo i dipendenti si ritroveranno in più solo pochi spiccioli, nell'ordine della decina di euro, ma addirittura gli converrà meno superare i 3000 annui di straordinari, limite oltre il quale non vale la detassazione. Quindi un limite agli straordinari, volendo, c'è... per quanto casuale :D

A me personalmente (forse perché mi ero già studiato questo specchietto per allodole chiamato detassazione degli straordinari!) ha fatto molta più impressione la questione del tasso dei mutui... siccome non ho visto rivolte e sommosse da parte dell'ABI, sto cercando di capire da che parte ci arriverà questa volta il missile ;)

Ma, a parte tutto questo... avete sentito dell'idea di Sacconi di prolungare il rinnovo dei contratti a progetto oltre i 36 mesi? Cosa ne pensate voi?

18:32

 
Anonymous Bloglavoro said...

Il limite è 30.000 e comunque visto che sono detassabili per una quota minima (10%) e solo fino a 3000 euro lordi totali di straordinari annui, non solo i dipendenti si ritroveranno in più solo pochi spiccioli, nell'ordine della decina di euro, ma addirittura gli converrà meno superare i 3000 annui di straordinari, limite oltre il quale non vale la detassazione. Quindi un limite agli straordinari, volendo, c'è... per quanto casuale :D

A me personalmente (forse perché mi ero già studiato questo specchietto per allodole chiamato detassazione degli straordinari!) ha fatto molta più impressione la questione del tasso dei mutui... siccome non ho visto rivolte e sommosse da parte dell'ABI, sto cercando di capire da che parte ci arriverà questa volta il missile ;)

Ma, a parte tutto questo... avete sentito dell'idea di Sacconi di prolungare il rinnovo dei contratti a progetto oltre i 36 mesi? Cosa ne pensate voi?

18:32

 
Anonymous Anonimo said...

Il missile come al solito ci arriverà a 90 gradi!
L'idea del mutuo estendibile era già stato proposto dalle poste (leggi Deutsche Bank) ma se ricordo bene alla fine la fregatura era sempre per noi!
Solo che mi chiedo a che servano dei mutui a dei co.co.pro. con quel che costano le case :))
A parte gli scherzi con un contratto a progetto anche se ben renumerato sei considerato un rischio per le banche quindi nisba!
Una casa in città parte (oramai anche in paese ) dai 120 - 150 mila euro in su, un povero cristo con uno stipendio di 1200 euro arriverà al massimo a poter chiedere una cifra intorno ai 70 - 80 mila euro se pure ergo almeno di non vincere tutti al totocalcio, ereditare o sposarsi una ereditiera la casa ce la scordiamo!
Ultima nota il continuo crescere degli affitti un pò come il greggio e la benzina ci mettera fra poco tempo nella necessità di trovarsi dei coinquilini e metter su delle comuni (peace and love) :))

19:37

 
Anonymous Anonimo said...

ma sì godiamo.... chi se ne frega degli straordinari detassati! Tanto gli straordinari noi li facciamo gratis!
E' vero ci vendiamo per pochi soldi ma l'alternativa è stare a spasso!
Noi giovani dottori baldi e inc...ati possiamo passare la vita tra un colloquio e l'altro!
Non è lontano il momento in cui ci accontenteremo di 500 € al mese!

Pessimismo.... no.... realismo!

22:08

 
Anonymous Anonimo said...

Chi sa cosa riusciremo a combinare fra ingegneri, scienziati e giuristi vari quando saremo arrivati all'esasperazione completa! (a parte il suicidio collettivo :P )
Uno bello sciopero di massa dei laureati precari e l'italia si ferma :)) .

03:46

 
Anonymous Anonimo said...

>> Anche se al momento non mi trovo nelle condizioni di beneficiarne, insomma, sono contenta per chi potrà farlo, ovvero per tutti quei lavoratori la cui (iper)produttività è stata fino ad oggi sottomessa a vincoli economici e burocratici che ne annullavano gli effetti di, tra debite virgolette, "gratificazione".

Mi spiegate allora, gentilmente, di CHI si sta parlando?
C'è qualcuno qui dentro che godrà di queste 'gratificazioni'?
Tu no che sei precaria, io no che gli straordinari non sono previsti neanche se sono dipendente, qull'altro neanche...CHI? a CHI detasseranno gli straordinari?
A quanti? vogliamo parlare di numeri? Volete dire quanti ci guadagneranno qualcosa. QUANTO e CHI?
Ma come ca22o fate a non capire che è l'ENNESIMA PRESA PER IL CUxO??
E voi via di elogi, di belle parole.

16:10

 
Anonymous Anonimo said...

Lavoratore precario=persona presa per il c..o da datore di lavoro ed istituzioni.
Quindi precari=esercito di abbindolati iperinca...ti.
Quindi datori di lavoro ed istituzioni=target dei precari.

16:59

 
Anonymous Anonimo said...

Dai che fra poco l'Italia chiude per deriva nazionale!
E finalmente andiamo tutti all'Estero ! (che ce lo meritiamo!)

21:04

 
Anonymous Anonimo said...

(...)cala il tasso di disoccupazione ma sono
ormai tre milioni gli «scoraggiati» che rinunciano a
cercare un posto.

Eccoci qui! Presente!

17:33

 
Anonymous Michi said...

allora, diciamo che in realtà pochi hanno capito lo scenario che si presenterà come conseguenza della detassazione sugli straordinari, e dire che sarebbe abbastanza semplice.
innanzi tutto, come è già stato detto da qualcuno sarà una manovra che toccherà in effetti una fetta abbastanza piccola del mondo lavorativo, secondo, causerà profonde differenze "sociali", a beneficiane in maniera netta saranno solo i dipendenti single che si possono permettere gli straordinari, terzo il divario fra uomo e donna con figli sarà ancora maggire. sappiamo già che in italia c'è uno dei più alti divari di salario fra uomini e donne,la detassazione non farà altro che aumentarlo, visto ch una madre che lavora di straordinari ne fa pochi, per ovvi motivi.
quarto non è un buon modo pe attivare l'economia, visto che più straordinari significa meno assunzioni, quindi meno persone che possono trovare lavoro, quindi più precariato...in poche parole, di che capita stiamo parlando???
pensiamo veramente che questi sistemi che premiano pochi possano risolvere problemi che nascano da ben lontano?
la francia è testimone di tutto questo, visto che da quando hanno applicato la detassazione sugli straordnari si è allargato il buco del debito pubblico e non ha portato i benefici sperati...ragionate vi prego, non lasciatevi illudere da questi specchietti per allodole che non risolvono problemi ma ne danno solo l'illusione...
michi

14:51

 
Anonymous Anonimo said...

Ormai è guerra tra poveri per arraffare l'ultimo pezzo di pane!

13:49

 

Posta un commento

<< Home